Cliccate qui per visualizzare normalmente la pagina (in configurazione e grafica). Se non ci riuscite, controllate che il vostro navigatore accetti JavaScript e supporti i CCS. Vi raccomandiamo un navigatore, che rispetti gli standard, come: Google Chrome, Firefox, Safari...

Vi trovate qui: home > buddha > propagarsi del dhamma
riassunto della pagina

Buddha manda i suoi discepoli monaci verso le contrade lontane, per fare conoscere il suo insegnamento al più grande numero di persone.

il propagarsi del Dhamma

Quando il vassa giunse al termine, Buddha riunì i suoi discepoli:

«O monaci! Vi ho insegnato tutto quanto era necessario a che voi diveniste degli arahant. Ora che siete degli arahant, affinché i numerosi esseri che errano nel saṃsarā possano raggiungere la libertà, viaggiate e fate conoscere questo insegnamento a quante più persone è possibile. Percorrendo, così, i regni, il beneficio sarà inestimabile per tutti. Non viaggiate in due, nello stesso cammino. Altrimenti, quando uno insegnerà, l'altro sarà inutile.»

Obbedendo alle raccomandazioni del Beato, i monaci partirono in ogni direzione ed insegnarono il Dhamma a tutti coloro che erano pronti a comprenderlo. L'insegnamento della realtà fu, allora, esposto ad ogni persona che veniva incrociata e ognuno di loro si fermava in ogni luogo abitato. Molte persone gioirono nel conoscere il Dhamma, che i monaci facevano loro scoprire. Certuni formularono il desiderio di diventare monaci. E furono condotti dagli altri monaci dal Buddha. Chi desiderava prendere la veste monastica, in numero fortemente in crescita, non aveva più la possibilità di essere integrato nella comunità dal Beato in persona. Perciò, egli affidò tale incarico ai suoi nobili discepoli:

«Monaci! Non conducete più da me le persone che desiderano divenire monaci. Integrateli voi stessi nel saṃgha.

— Come dovremo fare, nobile Buddha?

— Date loro lo stato di monaco, attraverso la presa dei tre rifugi.»

Obbedendo al loro maestro, i monaci integrarono numerosi nuovi monaci, con l'aiuto del triplice rifugio.


info su questa pagina

Origine: Opera francese

Autore: Monaco Dhamma Sāmi

Traduttore: Guido Da Todi

Data: Gennaio 2004

Aggiornamento: 29 settembre 2011