Cliccate qui per visualizzare normalmente la pagina (in configurazione e grafica). Se non ci riuscite, controllate che il vostro navigatore accetti JavaScript e supporti i CCS. Vi raccomandiamo un navigatore, che rispetti gli standard, come: Google Chrome, Firefox, Safari...

Vi trovate qui: home > extra > fotografie > monastero pa auk
infos sulla pagina

Fotografie: isi Dhamma

Testi: isi Dhamma

Traduttore: Guido Da Todi

Data: luglio 2010

Aggiornamento della pagina: 29 settembre 2011

sommario della pagina
Il monastero della foresta Pa Auk e la sua quotidianità

La meditazione

Sulle colline boscose che dominano il villaggio di Pa Auk è stato fondato il monastero dallo stesso nome, dove tutto venne concepito per offrire le condizioni più propizie alla meditazione. Qui, gli insegnanti vengono formati dal famoso monaco Accina, più conosciuto sotto il nome del suo monastero: Pa Auk Sayādaw.

 

 

La principale sala di meditazione è pure la sīma, luogo delle procedure monastiche.

 

 

he i meditanti siano monaci, oppure laici, certuni praticano soltanto nel loro kuti; la maggior parte degli altri, nella grande sala di meditazione.

 

 

 

 

Le monache e le donne hanno la loro propria infrastruttura, riservata alle "donne", due chilometri più lontano. Qui, la sala di meditazione del monastero "uomini",

 

 

 

I « kuti »

Sono di ogni forma: piccoli, grandi, antichi, moderni, raggruppati, isolati, vicini al monastero, lontani, in legno, in cemento, vuoti, equipaggiati, ai piedi e alla sommità della collina. Solo nella parte maschile, se ne contano quasi trecento.

 

 

 

 

 

 

 

I pasti

Ognuno viene ad occupare il suo posto nella fila accanto alla sala di distribuzione del cibo, rispettando l'anzianità: prima i monaci, seguiti dai novizi;poi, dai laici. Quando lo sgabello viene percosso, si avanza per ricevere gli alimenti, molto svariati, che sono offerti ai residenti del monastero dai benefattori, che vengono dal villaggio, dalla città vicina, dall'altra parte della città, o dall'estero.

 

 

 

 

 

 

La natura

Oltre ad essere apprezzabile, l'onnipresenza della natura a Pa Auk è molto ispirante per lo sviluppo della tranquillità interiore. Si comprende perché Buddha esortava i discepoli a praticare nella foresta, lontano dalle città e dai villaggi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutti possono venire a risiedere nel monastero Pa Auk, e meditarvi tutto il tempo che desiderano!

La meditazione sulla respirazione, da parte di Pa Auk Sayādaw