Cliccate qui per visualizzare normalmente la pagina (in configurazione e grafica). Se non ci riuscite, controllate che il vostro navigatore accetti JavaScript e supporti i CCS. Vi raccomandiamo un navigatore, che rispetti gli standard, come: Google Chrome, Firefox, Safari...

Vi trovate qui: home > lessico pali italiano > c

cakkhu

N [Occhio.]

camarī

F Animale noto per avere una magnifica coda.

candakinnarī

Specie di uccello.

catusacca

N Le quattro Nobili Verità.

catuttha

Quattro (4).

cetanā

F [Incitamento.]

cetasika

M/N [Stato dello spirito.] Fattore mentale.

Vedere anche:

I cetasika

cetiya

M Monumento destinato a ricordare il dhamma. Idealmente, un cetiya è un reliquario, ma può anche custodire dei testi, oppure nulla.

Potendo essere di ogni taglia e di ogni materiale, i cetiya sono, spesso, in mattoni e ricoperti di placche in oro fine, o pitturati in bianco, o dorati. La loro forma si inscrive, più o meno, in un cono, generalmente dalla forma di campana. Esistono quattro tipi di cetiya: dhātu cetiya, dhamma cetiya, pariboga cetiya e uddissa cetiya.

Vedere anche:

Note sui cetiya

cetopariyañāṇa

M Conoscenza che permette di vedere i pensieri altrui.

chabbaṇṇaraṃsisi

T Radiare della luce di sei colori.

chanda

M [Volontà, augurio, desiderio.]

chaṭṭha

Sei (6).

chaṭṭhakathā

F [Sei (chaṭṭha) + parola (kathā).] Insegnamento extra - che si divide in sei parti - e che Buddha elargiva, spesso, ad un pubblico poco maturo nel dhamma. La prima parte di questo insegnamento tratta della pratica basilare della via che conduce alla liberazione: la generosità. Le parti seguenti hanno come oggetto gli aspetti successivi della via del dhamma, sino alle quattro Nobili Verità.

Poichè Buddha aveva la capacità di conoscere istantaneamente il livello di maturità delle persone a cui si rivolgeva, egli insegnava loro solo il necessario, limitando, così, il suo insegnamento alle ultime parti; o, solo all'ultima.

Ecco le sei parti di un insegnamento, dato da Buddha:

I chaṭṭhakathā
Nome della parte in pali Soggetto della parte
1 dāna kathā la pratica della generosità
2 sīla kathā la pratica della virtù
3 sagga kathā a proposito del mondo dei deva
4 mokkha kathā la liberazione (delle impurità), nibbāna
5 kāānaṃ ādīnava kathā l'imperfezione dei piaceri sensoriali
6 catusacca kathā le quattro Nobili Verità

cintā

F [Riflessioni, analisi.]

cīrakāla

N Quanto si estende per un lunghissimo periodo.

citta

N [Coscienza] Mentale, spirito, pensiero.

cittānupassanā

F [Coscienza (citta) + visione ripetuta (anupassanā).] Il fissarsi dell'attenzione, istante dopo istante, sulla coscienza.

cīvara

N [Tessuto tinto (con l'aiuto di un decotto di corteccia)]. Veste indossata dai bhikkhu.

Vedere anche:

Le vesti

cora

M [Ladro.]

cūḷa

N [Piccolo.]


info su questa pagina

Autore: Monaco Dhamma Sāmi

Traduttore: Guido Da Todi

Data: 2001

Aggiornamento: 10 oct. 2005