Cliccate qui per visualizzare normalmente la pagina (in configurazione e grafica). Se non ci riuscite, controllate che il vostro navigatore accetti JavaScript e supporti i CCS. Vi raccomandiamo un navigatore, che rispetti gli standard, come: Google Chrome, Firefox, Safari...

Vi trovate qui: home > lessico pali italiano > v
links per un accesso rapido

vācā

F Parola.

vāda

M [Dottrina, filosofia.] Convinzione, ideale.

vādita

N [Audizione.]

vaṃsa

N/M [Etnia.]

vanta

M/N [In maniera completa.] Interamente.

vasa

M [Soddisfazione di un obbligo.]

vāsa

[Fatto di essere appropriato.]

vassa

M/N [Pioggia. Periodo di pioggia.] Stagione delle pioggio. Monsone. Il termine indica abitualmente il periodo di ritiro effettuato dai bhikkhu durante i tre mesi del monsone (dalla prima luna piena di luglio sino a quella di ottobre).

Durante questo periodo tutti i bhikkhu rimangono nello stesso monastero. Debbono attendere la fine di questi tre mesi, se si vogliono spostare, salvo che per delle ragioni urgenti. Beninteso, possono uscire per andare a raccogliere il cibo quotidiano, o accettare degli inviti, ma sono tenuti a dormire nello stesso monastero.

vassa significa pure anno di vita monastica (per esempio: si dirà di un bhikkhu, entrato nel saṃgha da dodici anni, che egli ha dodici vassa).

vassaya

N [Dimora, alloggio.]

vata

Osservanza di una pratica.

vaṭṭa

N Fatto di passare da un'esistenza all'altra. Sofferenza continua del saṃsarā.

vāyāma

M [Sforzo.]

vāyo

M [Aria.]

vedanā

F [Sensazione (gradevole, sgradevole, o neutra).]

vedanakkhandhā

M [Sensazione (vedanā) + aggregato (khandhā).] Aggregato di sensazioni.

Vedere anche:

I 5 aggregati

vedanānupassanā

F [Sensazione (vedanā) + visione ripetuta (anupassanā).] Fissare l'attenzione, istante per istante, sulle sensazioni gradevoli, sgradevoli e neutre.

vedayita

F [Fatto di subire.]

veramaṇi

V [Evitare.]

vessa

M [Commerciante, mercante.]

vessakula

N [Commerciante. mercante (vessa) + casta (kula).] Casta che include tutte le professioni che permettono di vivere agiatamente ed i guerrieri.

veyyavacca

N [Lavori diversi.] Assieme di diversi compiti effettuati (in genere, dai laici) per rendere servizio al saṃgha. Manutenzione del monastero, spazzare, lavare i piatti, lavanderia, preparazione dei pasti, ecc.

I veyyavacca contribuiscono ad offrire delle migliori condizioni ai membri del saṃgha per le loro pratiche ed i loro studi.

vi

[Ogni sorta di cose.] Tutto.

vibhava

N [Fatto di non più conoscere la vita.]

vibhūsana

M [Fatto di profumarsi, fatto d'apprezzare un profumo (un odore).]

vibhūsanaṭṭhānā

N [A proposito della ricerca del piacere negli odori.]

vicāra

M Fatto di riflettere, di considerare, di valutare.

vicaya

M [Controllo, verifica, investigazione.]

vicikicchā

F [Dubbio.]

vidha

N [Di tutto, in ogni modo.]

vihāra

M/N [Alloggio, abitazione (per i bhikkhu).]

Generalmente, un vihāra è costituito da qualche alloggio, da un sīmā, da una grande sala, affinchè i laici possano ascoltare degli insegnamenti, meditare, organizzare delle cerimonie, e, a volte, da una cucina e da una sala da pranzo. Un vihāra può anche presentarsi sotto forma di un capannone. In questo caso, si parla di kutī. vihāra tradurre il termine monastero.

vijjā

F [Conoscenza.] Conoscenza del dhamma. Conoscenza delle quattro Nobili Verità. Conoscenza straordinaria.

I 3 vijjā
  • pubbenivāsa: visione delle vite anteriori
  • dibbacakkhu: vedere e sentire gli esseri viventi in altre sfere
  • āsavakkhaya: sradicamento de kilesā
Vedere anche:

I 6 abhiñña

vikāla

T [Momento trascorso. Fuori del tempo.] Periodo della giornata situato dopo il mezzogiorno solare.

vikālabhojanā

F [Periodo successivo al mezzogiorno solare (vikāla) + cibo (bhojanā).] Cibo consumato dopo mezzogiorno.

vikappanā

F [Pensiero profondo.] Abbandono (di una cosa) a causa di uno scambio. Procedura destinata a dare qualche cosa ad un altro bhikkhu, con l'aiuto di una formula prevista per questo.

L'oggetto dato può essere una veste, o alto, come un invito a pranzo. E la ragione può essere stata causata dall'acquisizione scorretta di una cosa, dal desiderio di sciogliersi da un invito ricevuto, o dal bisogno di prolungare il trattenere una veste supplementare.

Vedere anche:

pācittiya 59

vilepana

F [Fatto di offrire, di indurre.]

vinaya

M/T [Rigetto, morale.] Rigetto di tutto ciò che è vile, irrispettoso, negligente, e propizio alla gioia ed all'ignoranza. Insieme di quanto Buddha ha insegnato in materia di condotta per i bhikkhu.

I vinaya, di cui il pātimokkha è il cuore, è la prima delle tre parti dei tipiṭaka. I vinaya ahimé, spesso ha la tendenza a venire negletto. Tuttavia, merita una grande considerazione, poiché è il fondamento indispensabile alla pratica che porta al nibbāna.

Vedere anche:

Vinaya

viññana

N [Coscienza che conosce.] Conoscenza.

viññānakkhandhā

M [Coscienza (viññana) + aggregato (khandhā).] Aggregato della coscienza.

Vedere anche:

I 5 agrégats

vipāka

M [Effetto.]

vipañcitaññū

M Colui che è capace di conoscere il dhamma (giungere al nibbāna) dopo qualche spiegazione.

vipassanā

F [Ogni sorta di cose (vi) + visione ripetuta(anupassanā).] Osservazione multipla, istante dopo istante. Conoscenza diretta della realtà, sviluppata dal fatto di portare la propria attenzione su quanto viene percepito, così come è percepito

Buddha insegna che l'allenamento allo sviluppo della visione diretta della realtà (vipassanā bhāvanā) est l'unique voie qui conduit à nibbāna, è l'unica via che conduce al nibbāna, poiché rappresenta il solo mezzo di osservare direttamente i fenomeni, al momento della loro apparizione, e, di conseguenza, pervenire ad una giusta conoscenza della realtà.

Ecco una tavola che presenta l'assieme delle conoscenze realizzate lungo l'intero processo di vipassanā:

I 10 vipassanā ñāṇa
1 sammasana ñāṇa Conoscenza che percepisce anicca, dukkha e anatta attraverso i fenomeni.
2 udayabbaya ñāṇa Conoscenza che percepisce chiaramente l'apparizione e lo svanire dei fenomeni.
3 bhaṅga ñāṇa Conoscenza dello svanire dei fenomeni, ad ogni osservazione.
4 bhaya ñāṇa Conoscenza della paura.
5 ādīnava ñāṇa Conoscenza della miseria.
6 nibbidā ñāṇa Conoscenza del disgusto.
7 muñcitu kamyatā ñāṇa Conoscenza della volontà di liberazione.
8 paṭisaṅkhā ñāṇa Conoscenza del disinteresse totale per il mondo.
9 saṅkhārupekkhā ñāṇa Conoscenza dell'equanimità.
10 anuloma ñāṇa Conoscenza della completezza di ogni fattore necessario alla cessazione dei fenomeni (nibbāna).

Consultate anche la sezione "vipassanā"

vīriya

N [Sforzo, energia, ardire.]

visuddhi

F [Di tutti i tipi (vi) + purezza (suddhi).] Purezza completa. Eccellere.

I 7 visuddhi
  1. sīla visuddhi: purezza della virtù
  2. citta visuddhi: purezza del mentale
  3. diṭṭhi visuddhi: purezza della vita
  4. kaṅkhāvitaraṇa visuddhi: purezza per la libertà dal dubbio
  5. magga ñāṇa dassana visuddhi: purezza per la conoscenza della via
  6. paṭipadā ñāṇa dassana visuddhi: purezza per la conosceza dei modi di fare
  7. dassana visuddhi: purezza per la visione
Vedere anche:

Il dhamma in 7 tappe

visuka

F Fatto di dirigere il proprio sguardo attorno a sè.

visukadassanā

F [Dirigere lo sguardo attorno a sè(visuka) + guardare, contemplare (dassanā).] Fatto di guardare attorno a sé.

vitaka

M [Pensiero, modi di considerare, di riflettere.]

vitakka

M Fatto di pensare, di fissare, di piantare.


info su questa pagina

Autore: Monaco Dhamma Sāmi

Traduttore: Guido Da Todi

Data: 2001

Aggiornamento: 8 ottobre 2005